Filosofia Pitticco

Ci sentiamo custodi di un territorio Unico, dove l’uomo opera nel pieno rispetto di ciò che lo circonda. Rimaniamo stupiti di fronte alla bellezza della natura e ci impegniamo a conservarla al meglio, per esaltarne l’essenza stessa attraverso i nostri vini. Come diceva mio padre…

“Per fare le cose bene, ci vuole tempo, pazienza, perseveranza...”

La cantina

La più autentica e intima dimensione di Pitticco Vini.
Messaggera di innovazione e di esperienza, di tecnica e di passione, con un solo scopo da perseguire: il vino. Rosso, elegante, territoriale.


Un lungo riposo

I nostri vini rimangono almeno due anni in cantina per dare poi il meglio di sé. In botte si esaltano i tratti tipici di ogni varietà. Sfumature che, nel corso del tempo e grazie al sapiente lavoro dell’uomo, assumono una speciale dimensione di equilibrio e di armonia, sia al naso, che al palato. Dietro ad ogni vino si sente il rispetto del terroir, che regala vini con una personalità irripetibile, grazie a una combinazione unica di suolo, altitudine e microclima.

I vini

Il Migale, il Serika e lo Schioppettino di Prepotto sono vini che si distinguono per eleganza, finezza e per la loro autenticità.


Le nostre tre interpretazioni dei vitigni rossi autoctoni sono particolarmente equilibrate negli aromi e nei tannini. In soli cinque ettari di terreno coltiviamo tre rossi eccellenti, degni rappresentanti del nostro territorio. Già con le prime annate, siamo riusciti ad ottenere importanti premi e riconoscimenti, a livello internazionale.

Il territorio

Ci troviamo a Prepotto, nei Colli Orientali del Friuli. Un luogo simbolo, particolarmente votato alle cultivar dei rossi tipici friulani. Le vigne sono collocate su una splendida collina, che si affaccia sulla stretta valle bagnata dalle fresche acque del fiume Judrio.

I terreni che caratterizzano la zona di Novacuzzo, dove sono situati i vigneti di Pitticco, sono ricchi di marne chiare con presenza di terreni limoso-argillosi frammisti a terra rossa arenacea. Le precipitazioni si distribuiscono prevalentemente in primavera e in autunno, mentre durante l’estate prevalgono tipici ma limitati fenomeni temporaleschi. La stretta valle dello Judrio durante tutto l’anno facilita la presenza di venti freschi e asciutti, che portano a sensibili escursioni termiche nella fase di maturazione delle uve, favorendo le caratteristiche aromatiche dei vitigni, che si ritrovano nei vini Pitticco.


Il vigneto

Dall’alto della collina, su cui sono dolcemente adagiate le nostre viti, è possibile ammirare un paesaggio ricco di natura. Con il susseguirsi delle stagioni, regala sempre grandi emozioni e suggestive nuance di colori e profumi.

La zona collinare è suddivisa in due particelle con 6700 ceppi per ogni ettaro di vigna. La parte rivolta ad Est, con altitudine max di 144 metri s.l.m. ed una min. di 104 metri s.l.m, è adatta alla produzione di Schioppettino, mentre quella orientata a Sud-Est, posta tra 88 e 125 metri s.l.m., si presta alla coltivazione di tutte e tre le tipologie di uva.

La terra: all'origine di tutto

Se tocchiamo con mano i terreni dove nascono le nostre viti, ci rendiamo subito conto di quanto siano speciali e particolarmente ricchi di minerali. Grazie alla presenza di detriti limoso-argillosi depositati nel corso di millenni dal fiume Judrio, dell’arenacea rossa e della “Ponca”, da questa terra otteniamo vini rossi estremamente eleganti e ben strutturati, capaci di stupire i palati più esigenti.